Alimentazione Yoga

Per una migliore pratica Yoga, bisogna prediligere alimenti che contribuiscono a rendere il nostro corpo più leggero e pieno di energie e che quindi sono adatti anche a tutti coloro che vogliono disintossicarsi per un breve o lungo periodo. Grande importanza viene data ovviamente alla buona salute delle articolazioni, essenziali per stare nelle posture in maniera corretta e senza dolore. Abbinare la pratica Yoga con un'alimentazione adatta, migliora la capacità di fare esercizio fisico con una mente meditativa.

Primo elemento da moderare è la carne: non a caso tutti i grandi Maestri Yoga, indipendentemente dalle varie correnti e tradizioni di questa disciplina, erano e sono vegetariani. La carne infatti, essendo fra i cibi più laboriosi da digerire, rende il corpo pesante e irrigidisce le articolazioni. Ridurre l'uso della carne nella propria dieta, riduce il livello di aggressività. Questo è importante per conseguire l’obiettivo di agire in modo consapevole, anziché reagire agli stimoli del mondo esterno. Di riflesso si riesce a praticare Yoga facendo azioni con una consapevolezza più profonda e con una coscienza più pura.

Mangiare cibi dai gusti forti e particolarmente appetitosi, porta ad identificarci nei sensi e a mantenere le proprie energie a livello superficiale. Questo va bene, ma la pratica Yoga deve la propria efficacia alla caratteristica di riportare i sensi del praticante all'interno, in una zona più profonda.
Mangiare invece cibi dai sapori sobri e puri, ci rende più profondi nella pratica dello Yoga. La nostra identità trascende i sensi con maggiore facilità, fino ad arrivare al livello dello spirito, dove si è beati indipendentemente dai godimenti terreni. Aiuta quindi a raggiungere il riposo yogico dato dalla pratica; aiuta a staccare dal mondo esterno per attingere energia dallo spirito che è all'interno di ognuno di noi. 

Limitare anche i grassi animali come latticini e uova, anche se nella dieta del perfetto yoghista questi ultimi non sono del tutto esclusi e si possono consumare con moderazione. Consigliato ad esempio lo yogurt a colazione, anche per le sue capacità di riequilibrio della flora intestinale.

Evitare completamente l'uso degli alcolici e delle sigarette, dona subito un notevole salto di qualità nella pratica del neo-yoghista. Anche se inizialmente non sarà facile, intensificare la pratica dello Yoga fa superare molte crisi fino ad allontanarsi spontaneamente dal bisogno di alcol e fumo e a non riconoscerli più come cose piacevoli. 

Chi pratica Yoga dovrebbe consumare soprattutto cereali, alimenti che nella tradizione induista sono considerati grandi rafforzatori dell’energia vitale, preziosi aiuti per tutti coloro che vogliono accrescere la propria resistenza. Quindi sì non solo a riso (preferibilmente basmati), ma anche a mais, orzo, miglio, avena, pasta integrale, di farro, kamut o grano saraceno. I cereali si possono mangiare a pranzo uniti magari a un po' di legumi (lenticchie, ceci, ecc..) o verdure cotte per rendere il piatto un pò più appetitoso.

In una dieta equilibrata non possono mancare poi: frutta, sia fresca che secca, verdure a foglie verdi, spezie, semi e erbe di ogni genere. Un vero e proprio toccasana a livello di vitamine e minerali.

Fra le spezie particolarmente indicate sono la cannella, il cardamomo, e quelle derivate da radici come lo zenzero (ginger) e la curcuma.

Buona abitudine è quella di consumare sia cotte che crude due radici molto benefiche: carota e soprattutto curcuma fresca.

La curcuma in particolare ha infinite qualità benefiche, che si esaltano solo se accompagnata ad un pizzico di pepe. Si può mettere in minestre e zuppe di cereali, legumi, verdure, oppure nello yogurt. Ci si può fare anche tisane, molto benefica quella insieme al ginger. Ma il top è il Golden Milk, una bevanda a base di curcuma particolarmente indicata per sciogliere e rendere più elastiche le articolazioni, cioè latte e curcuma (da non dimenticare il pizzico di pepe); una tazza al giorno per circa un mese riesce a purificare tutto il corpo tenendolo lontano dalle infiammazioni.

Ah, dimenticavo! Si consiglia di sorseggiare abitualmente tisane varie e di bere molta acqua, possibilmente di montagna.

 

 Leggi l'articolo
CLICCA QUI

 

Citazione:

"Normalmente siamo come delle lanterne con le persiane chiuse; la nostra luce interiore è invisibile dall'esterno. Man mano che creiamo nuove aperture, le persiane si schiudono, e la luce della lampada brilla verso l'esterno."     B.K.S.Iyengar
 

Per Centro Yoga 
Segreteria
 On-line 
telefonare
al 3382852827 Gianni
info@centroyogascandicci.it

oppure al 3392460182 Virginia
respiroyoga@centroyogascandicci.it

I nostri insegnanti allo Yoga Day di Scandicci

 
Corsi e insegnanti:

Yoga Iyengar e in Pausa Pranzo:
          Gianni Goracci Tel. 338 2852827

Yoga Iyengar, Yoga Dolce e Yoga per bambini:
          Virginia Cintolesi Tel. 339 2460182

Yoga Iyengar:
          Eugenio Mauro Tel. 345 3401123

Yoga Iyengar pre lavoro:
          Ilaria Pandolfi Tel. 335 6549448

Yoga Balya per bambini/ragazzi:
          Deniz Ok Motolese Tel. 339 1111148

Danza del ventre:
          Elisa Borgese Tel. 348 5275500